Photogallery

Contratti
ARAN

Raccolta Sistematica
Orientamenti Applicativi
Comparto Università

FERIE e FESTIVITA'

ASSENZE per MALATTIA

Orientamenti Applicativi - aggiornati a dicembre 2016

Permessi retribuiti
Permessi brevi

Permessi per
diritto allo studio

Guida Operativa aggiornata a dicembre 2016

Accordo Quadro in materia di TFR e di Previdenza Complementare del 29 luglio 1999

L’adeguamento retributivo e contributivo nel passaggio dal TFS al TFR dei pubblici dipendenti ai sensi dell’art. 6 dell'AQN

RSU

Quotidiani online
Link Utili

Festività 17 marzo 2011

COMUNICATO della SEGRETERIA NAZIONALE

FESTIVITA’ 17 MARZO 2011

"Il 17 marzo, trattandosi di giornata festiva, le Amministrazioni non potranno imporre ai dipendenti la fruizione di ferie"

Come noto, ai sensi e per gli effetti, del Decreto legge 22 febbraio 2011, n. 5, il prossimo 17 marzo sarà celebrato il 150° anno dell’unità di Italia e, conseguentemente, tale giornata sarà considerata festiva, ai sensi degli artt. 2 e 4 della Legge 27 maggio 1949, n. 260.

Il decreto, peraltro, al fine di evitare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica e delle imprese private, prevede che, per il solo anno 2011, gli effetti economici e gli istituti giuridici e contrattuali previsti per la festività soppressa del 4 novembre non si applicano a tale ricorrenza ma, in sostituzione, alla festa nazionale per il 150° anniversario dell'unita' d'Italia proclamata per il 17 marzo 2011.

Ciononostante, il legislatore non pare aver tenuto nel debito conto che, per i pubblici dipendenti, la festività del 4 novembre non dava luogo a nessun beneficio. In effetti, nel pubblico impiego, al contrario di quanto accade nell’impiego privato, non sono previste clausole contrattuali che introducono trattamenti economici per le festività che ricadono in giorni non lavorativi.

In modo del tutto analogo a quanto accadde allorché fu ripristinata la festa del 2 giugno, anche nell’ipotesi del 17 marzo, si dovrebbe continuare a poter fruire dei giorni di ferie senza subire decurtazione alcuna.

Ovviamente (è appena il caso di accennarlo), trattandosi di giornata festiva, nessuna possibilità avrà l’Amministrazione di imporre ai dipendenti la fruizione di ferie per il 17 marzo, posto che, nel nostro ordinamento, non è concepibile fruire di ferie in giorno non lavorativo.

Altrettanto ovviamente, ai Colleghi che dovessero prestare attività (infermieri, ecc.) nella giornata del 17 marzo dovranno essere riconosciute le maggiorazioni di legge e di contratto per il lavoro festivo.

Il Segretario Generale Nazionale

Arturo Maullu

Domenica, 13 marzo 2011

 

Tabelle Assegni Familiari
2018-2019


Meteo

Tutto su IMU e TASI

Convenzioni

Powered by