Contatori visite gratuiti FGU Dipartimento Università
Ultime News

Legge 104: le novità da giugno con il nuovo Dlgs. n.62 del 3 maggio 2024

Approvato in esame definitivo,dal Consiglio dei ministri nella seduta del 15 aprile 2024 numero 77 ...

INPS informa: operativa la nuova funzionalità per le domande Bonus asilo nido

Bonus asilo nido in pagamento L'Istituto rende noto che è operativa la nuova funzionalità, che perme...

Le Nostre Sedi sul territorio




Photogallery

Contratti
RSU

Quotidiani online

Legge 104: le novità da giugno con il nuovo Dlgs. n.62 del 3 maggio 2024

Approvato in esame definitivo,dal Consiglio dei ministri nella seduta del 15 aprile 2024 numero 77 l’ultimo decreto attuativo della legge delega in materia di disabilità (L. n. 227/2021), che inaugura alcune novità per la Legge 104, il principale provvedimento sulla disabilità in Italia. E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 14 maggio il “decreto progetto di vita”, il cuore della riforma avviata con la legge 227/2021. È il decreto n. 62 del 3 maggio 2024 ed entra in vigore il prossimo 30 giugno. Il decreto semplifica il sistema di accertamento dell’invalidità civile, mette al centro la persona con i propri bisogni, desideri e aspettative e introduce il “Progetto di vita”. Il testo, come rende noto la news pubblicata sul portale istituzionale del Ministro per le disabilità (“disabilita.governo.it”) definisce “la condizione di disabilità, introduce l’accodamento ragionevole, riforma le procedure di accertamento e la valutazione multidimensionale per l’elaborazione e l’attuazione del Progetto di vita individuale e personalizzato”. Leggi tutto su: https://www.leggioggi.it

 

Nota MUR - Piattaforma PROPER anno 2023:Indicazioni operative al fine di procedere alle verifiche annuali

 

INPS Circolare n.59 del 03.05.2024- Requisiti e condizioni per l’accesso alla pensione anticipata c.d. opzione donna - Decorrenza del trattamento pensionistico e domanda di pensione

Con la circolare n.59 del 03.05.2024, condivisa con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, si forniscono istruzioni applicative relative alla disposizione in esame.

Per quanto non diversamente previsto, si fa rinvio alle istruzioni diramate con la circolare n. 25 del 6 marzo 2023.

 

Tratto dalla circolare Inps

Requisiti e condizioni per l’accesso alla pensione anticipata c.d. opzione donna

L’articolo 1, comma 138, della legge di Bilancio 2024 estende il diritto alla pensione anticipata c.d. opzione donna, di cui all’articolo 16, comma 1-bis, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26, alle lavoratrici che maturano i prescritti requisiti entro il 31 dicembre 2023.

In particolare, possono accedere alla pensione anticipata c.d. opzione donna le lavoratrici che, entro il 31 dicembre 2023, abbiano maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e un’età anagrafica di almeno 61 anni e che, alla data della domanda, si trovino in una delle condizioni indicate nella medesima norma.

 

Primo maggio

 

Convocate l’8 maggio pv dall’ARAN le OO.SS. in una riunione per la prosecuzione della trattativa per la sequenza contrattuale dell’art. 178 del CCNL del personale Istruzione e Ricerca – triennio 2019/ 2021

Per la prosecuzione della trattativa per la sequenza contrattuale dell’art. 178 del CCNL del personale Istruzione e Ricerca – triennio 2019/2021 – sottoscritto il 18 gennaio 2024 sono convocate dall'ARAN  il giorno 8 maggio 2024 alle ore 11:00, le Confederazioni e le Federazioni sindacali maggiormente rappresentative.

La riunione avrà come oggetto di discussione: lett e) e g) dell’art. 178 del CCNL sopra citato. L’incontro si svolgerà in presenza, presso la sede dell’A.Ra.N.(Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni).

CCNL del personale Istruzione e Ricerca – triennio 2019/2021
Art. 178 - Sequenze contrattuali
lett, e) la disciplina del rapporto di lavoro del tecnologo a tempo indeterminato di cui all’art. 24-ter della legge 30 dicembre 2010, n. 240;
lett, g) l’attuazione delle previsioni di cui all’art. 22 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 come sostituito dall’art. 14, comma 6-septies del D.L. 30/04/2022 n. 36, convertito in legge dall'art. 1, comma 1, legge 29 giugno 2022, n. 79.

 

INPS informa: operativa la nuova funzionalità per le domande Bonus asilo nido

Bonus asilo nido in pagamento
L'Istituto rende noto che è operativa la nuova funzionalità, che permette a tutte le sedi INPS sul territorio di procedere con la gestione delle domande per il bonus asilo nido. Ricordiamo che questa prestazione può essere richiesta per il pagamento delle rette di asili nido pubblici o privati, autorizzati dagli enti locali, e per l'utilizzo di forme di supporto – presso la propria abitazione – in favore di bambini con meno di tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

Il servizio permette di presentare la domanda di contributo per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati o per forme di assistenza domiciliare. È rivolto ai genitori di un minore in possesso dei requisiti richiesti.

A chi è rivolto
Spetta alle famiglie con figli:
nati dal 1° gennaio 2016 in poi;
di età inferiore a tre anni al momento della domanda;
affetti da gravi patologie croniche certificate (il genitore può presentare domanda anche nell’anno solare in cui il figlio compie i 3 anni).

Leggi tutto sul portale Inps.it

e su:Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione



 

Circolare INPS: istruzioni per la fruizione del congedo parentale retribuito all'80% solo nel 2024

Con la circolare INPS n.57 del 18 aprile 2024 arrivano le istruzioni INPS per la fruizione del congedo parentale nel 2024.Infatti, la Legge di Bilancio all’articolo 1, comma 179, della legge 30 dicembre 2023, n. 213 (di seguito, anche legge di Bilancio 2024), ha modificato il comma 1 dell’articolo 34 del D.lgs 26 marzo 2001, n. 151, recante “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità” (di seguito, anche T.U.), disponendo l’elevazione, dal 30% al 60% della retribuzione, dell’indennità di congedo parentale per un’ulteriore mensilità da fruire entro il sesto anno di vita del figlio (o entro 6 anni dall’ingresso in famiglia del minore in caso di adozione o di affidamento e, comunque, non oltre il compimento della maggiore età). Per il solo anno 2024 l’elevazione dell’indennità di congedo parentale per l’ulteriore mese è pari all’80% della retribuzione (invece del 60%).L'articolo 34, comma 1, del testo unico di cui al decreto legislativo n. 151 del 2001, come modificato dal presente comma, si applica con riferimento ai lavoratori che terminano il periodo di congedo di maternità o, in alternativa, di paternità, di cui rispettivamente al capo III e al capo IV del medesimo testo unico di cui al decreto legislativo n. 151 del 2001,successivamente al 31 dicembre 2023”.Per quanto riguarda i dipendenti del settore pubblico, il riconoscimento del diritto al congedo in argomento e l’erogazione del relativo trattamento economico sono a cura dell’Amministrazione pubblica con la quale intercorre il rapporto di lavoro, secondo le indicazioni dalla stessa fornite.Clicca e leggi le istruzioni nella circolare INPS n.57 del 18 aprile 2024

 

Giornata di formazione presso l'Ateneo del Salento

In data odierna presso l’Università del Salento, in una gremita Aula R2, si è svolta una importante e partecipata giornata di formazione organizzata dal Dipartimento Università FGU Gilda-Unams sulle novità introdotte dal nuovo CCNL che entrerà in vigore il prossimo 1 maggio.

Dopo i saluti del Segretario Nazionale aggiunto, Michele Poliseno e della Segretaria di ateneo, Daniela Ingrosso, si sono susseguiti gli interventi del Direttore Generale, dott. Donato De Benedetto. Relatore  della giornata di fomazione il dott. Nicola Schiavulli che ha delineato gli aspetti più rilevanti delle modifiche contrattuali e gli impatti delle medesime per le lavoratrici ed i lavoratori con riferimento ai principali istituti tra cui: l'inquadramento del personale nelle Aree professionali e nei relativi settori che sostituiranno le attuali categorie; il sistema delle progressioni economiche all'interno dell'Area che sostituiranno le attuali PEO; la regolamentazione delle PEV in deroga, ecc ).

Il positivo riscontro, in termini di partecipazione attiva, registrato in questa occasione anche presso l'ateneo del Salento, dimostra ancora una volta il forte interesse da parte dei lavoratori e delle lavoratrici per tutte le iniziative in cui siano direttamente coinvolti.

La segreteria

Seguono foto dell'evento

 

Convenzione quadro tra l’INPS e le Università per l’attivazione di tirocini curriculari per studenti universitari

Con il  messaggio numero 1374 del 05-04-2024 l’INPS illustra gli aspetti maggiormente rilevanti del nuovo schema convenzionale, nonché le istruzioni per la gestione operativa dei rapporti con le Università e i tirocinanti, in sostituzione di quanto previsto dal messaggio n. 2759 del 21 giugno 2016 e dal messaggio operativo n. 3974 del 26 ottobre 2018, in riferimento ai tirocini per studenti universitari.

Leggi tutto su: Messaggio INPS n.1374 del 05-04-2024

 

Messaggio Inps numero 1406 del 09-04-2024 ''È operativo il canale INPS per tutti, account WhatsApp ufficiale dell’INPS dedicato a imprese, pensionati, lavoratori, famiglie e cittadini.

INPS Messaggio numero 1406 del 09-04-2024
È operativo il canale INPS per tutti, account WhatsApp ufficiale dell’INPS dedicato a imprese, pensionati, lavoratori, famiglie e cittadini.
L’attivazione del canale WhatsApp, che in fase sperimentale ha visto già l'iscrizione di 78.891 utenti, nasce dalla volontà di utilizzare le potenzialità dell’app di messaggistica più diffusa in Italia con l’obiettivo di facilitare la diffusione capillare di informazioni chiare, tempestive e rilevanti verso un più ampio bacino di utenza.
Il canale “INPS per tutti” propone contenuti attinenti alle tematiche di maggiore attualità e interesse, attraverso brevi news, video, link, immagini che saranno visualizzati sugli smartphone degli utenti iscritti, offrendo agli stessi  la garanzia di una totale riservatezza dei propri dati personali, tra cui nome e numero di telefono (dati, infatti, non visibili a INPS).
I messaggi saranno contraddistinti da elementi grafici di colore diverso in base ai temi oggetto delle comunicazioni; in particolare:
verde per imprese e liberi professionisti,
giallo per le informazioni a tema lavoro,
arancione per i messaggi a tema pensione e previdenza,
rosso per argomenti come sostegni, sussidi e indennità
blu per le comunicazioni di carattere istituzionale come eventi o osservatori.

Clicca e leggi tutto:
Messaggio numero 1406 del 09-04-2024.pdf
Messaggio numero 1406 del 09-04-2024_Allegato

 
INPS
Assegno per il nucleo familiare. Nuovi livelli reddituali: 1 luglio 2023 - 30 giugno 2024



Previdenza

Modulo Non adesione al Fondo Perseo Sirio

Meteo

Tutto su IMU e TASI

Convenzioni

Powered by



Modalità Mobile